MINDFULNESS

 

LA MEDITAZIONE MINDFULNESS

a cura di Stefano Mazzilli

COS’È LA MINDFULNESS

Le radici storico culturali.

Si tratta della pratica meditativa della “consapevolezza” (mindfulness) come presenza mentale da coltivare in ogni circostanza, che ha origine nelle antiche tradizioni buddiste d’oriente ma è ben presente anche nella mistica contemplativa occidentale.

La Mindfulness risorsa e opportunità di benessere nell’Occidente attuale.

L’importante riscoperta e attestazione dei molteplici benefici della Mindfulness in tempi recenti si deve al Dottor Jon Kabat Zinn, biologo molecolare e Professore emerito di Medicina presso la University of Massachusetts Medical School che, avendo praticato e insegnato la Meditazione Vipassana, ha voluto evidenziarne scientificamente i processi più utili per la società contemporanea, estrapolandoli dai legami filosofico-religiosi e adattandoli con successo anche in ambito clinico, specialmente per la riduzione e la cura dello stress, dell’ansia e della depressione, con la conferma e il supporto delle moderne neuroscienze.

Jon-Kabat-Zinn-Mbsr-Paris_X50

 

 

JON KABAT ZINN è fondatore della Stress Reduction Clinic e del “Center for Mindfulness in Medicine, Health Care and Society”, ideatore del programma MBSR (Mindfulness Based Stress Reduction), diffuso a livello internazionale e autore di numerosi libri di riferimento per la Mindfulness.

BENEFICI DELLA MINDFULNESS

La Mindfulness favorisce l’armonia mente-corpo, la relazione con se stessi e con gli altri, la capacità d’ascolto e d’osservazione, la focalizzazione dell’attenzione, la presenza e la limpidezza mentale, la crescita personale, lo sviluppo del proprio potenziale, la gestione delle emozioni e della propria realtà quotidiana, la riduzione dello stress, l’acquisizione di uno stile di vita salutare e molto altro.

Utile al benessere psicofisico delle persone, la Mindfulness è praticabile in qualsiasi età e condizione sociale.

Indispensabile supporto per i professionisti dei settori più svariati, ad esempio: medicina, psicologia, educazione, istruzione, sport, management aziendale, formazione, coaching, benessere olistico.

COME SI SVOLGE UN INCONTRO MINDFULNESS

La pratica si svolge in genere da seduti ma è importante anche la meditazione in movimento, attraverso l’inclusione di alcune metodiche di ginnastica energetica lenta e dolce, tipicamente incentrata sulla consapevolezza psicocorporea (Qi Gong – Yoga).

Pratica in gruppo
Con la supervisione dell’Insegnante o di una guida autorizzata.
Vengono presentate le metodiche di meditazione, il tema, gli obiettivi teorico-pratici della sessione giornaliera.
Si facilita lo scambio di esperienze da condividere sempre in maniera non giudicante.
Si forniscono indicazioni per la pratica individuale a seguire.

Pratica individuale
È consigliata la pratica (formale) quotidiana e ricorrente di almeno 15 minuti al giorno; 45 minuti nel caso si stia svolgendo il protocollo MBSR.

Pratica formale: meditare in un tempo stabilito e in un ambiente idoneo.

Pratica informale: coltivare lo stato meditativo nelle azioni della quotidianità, ovvero entrare nello stile di vita Mindfulness, ovunque e in ogni modo, passeggiate nella natura comprese.

[Il percorso Mindfulness ordinario non è rivolto a persone in cura per patologie psichiche, in quel caso ci sono appositi protocolli di Mindfulness clinica tenuti da professionisti del settore medico e psicoterapeutico].

La Meditazione Mindfulness, Stefano Mazzilli © Copyright 2021

Sensei_23Xxx35xStefano Mazzilli, insegnante di Mindfulness, pratica la Meditazione dall’età di undici anni, conduce gruppi di Meditazione da oltre trent’anni.

 

.

.

.